True detective: un gioiellino in 8 episodi

Image

Niente più coppia mista di sesso o razza. Matthew McConaughey e Woody Harrelson sembrano essere usciti da un centro di reclutamento della gioventù hitleriana e non hanno nessuna intenzione di ingraziarsi il pubblico. Otto episodi per raccontare un’indagine durata anni, tra vizi, traumi, persone che non cambiano e sette sataniche. Il pregio di questa serie consiste nel sapersi prendere il giusto tempo per raccontare una storia avvincente di per sé, impreziosita inoltre da dialoghi ed elucubrazioni al limite del filosofico. Molto apprezzabili.

Matthew McConaughey ha vinto l’oscar quest’anno e ora lo conosciamo tutti. Woody Harrelson me lo ricordo con gli occhiali tondi in Assassini nati o in Benvenuti a Zombieland. Nel cast c’è anche Michelle Monaghan, quella che fa la “gazzella” in Kiss Kiss Bang Bang, invecchiata ma sempre in forma.

Image

Il dialogo:

Marty – E’ difficile… trovare qualcosa in un uomo che rifiuta le persone come fai tu, lo sai?

Rust – Non ti ho mai detto come vivere la tua vita, Marty.

Marty – No, no, no, tu esprimi giudizi e basta.

Rust – Senti, come carne senziente, non importa quanto siano illusorie le nostre identita’, noi le formiamo esprimendo giudizi sensati. Tutti giudicano, in continuazione. Se hai un problema con questa cosa, stai vivendo nel modo sbagliato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...