Ingress + Pokémon = ?

TheDayWeFightBack_BERLIN _Ingress

Ingress lo conosciamo tutti, o perlomeno dovremmo. Il gioco-app a realtà aumentata sviluppato da Google per gli smartphone con android e di recente anche per gli iphone. I giocatori fanno parte di due fazioni opposte, Illuminati o Resistenza, e si fanno la guerra distruggendo e riconquistandosi i portali a vicenda. E allora si va in giro fisicamente per la città con il telefonino in mano e si ha accesso a questa dimensione altra in cui l’exotic matter fa da padrona e si sparano bombe e si deployano scudi.

niantic-ingress-hangout

Realtà aumentata dunque. Smartphone + gps + connessione dati + mappe di google = quarta dimensione immaginaria. E certo: the big G sa tutto di tutti, gli spostamenti che facciamo cosa mangiamo e quando ci mettiamo le dita nel naso, ed eventualmente sa anche se le ultime due attività a volte coincidono (che fa bene). Ma io dico “chissene”, per ora non sono un criminale e la mia vita è tutto sommato noiosa, per cui che sappiano pure dove mi trovo e quali sono i mie gusti culinari ma che mi lascino evadere la realtà piena di sole e polline per rifugiarmi in un modo immaginario asettico in cui sparare bombe in libertà.

Ora facciamo un salto logico-temporale a una quindicina di anni fa quando per la prima volta installai l’emulatore del Game Boy sul computer (si, non ho mai avuto un GB) e davo il nome “Pincopallo” al mio personaggio e sceglievo Charmender dalle tre palle magiche (e un po’ transgeniche) del Professor Oak. Tutti abbiamo provato quell’esperienza di andare in giro per Pokemopoli e catturare pokemon, farli allenare, evolvere, combattere con altri allenatori, trovare oggetti rari, pokemon rarissimi e figheggiarsi con gli altri per Alakazam al 100.

 downloaddownload (1)

Ora, e dico ora. Seguitemi perché è importante.

Ingress + Pokemon = ?

Vita reale ti saluto, non mi servi più. Immaginatevi persone che girano tra l’erba alta cercando un Abra e gli spunta Rattata. Ma qui bisogna pensare in grande. Abbiamo tutto il mondo a disposizione e le mappe di google. E allora i pokemon d’acqua si trovano solo sulle località di costa, i pokemon roccia in montagna, i verdi in campagna, Scyther nei boschi, Voltorb a Vado Ligure, Lapras nelle isole e così via. E per averli tutti? Viaggiare o scambiarli. Ma ci sarebbero anche i combattimenti: quando due giocatori sono a una certa distanza uno dall’altro si possono sfidare e far combattere i propri pokemon. L’equivalente del fumetto con il punto esclamativo quando passavamo davanti ad un allenatore.

imagesPokemon_Gold_Version_GBC_ScreenShot3

Avremmo un mondo pokemon non più rinchiuso nella nostra scatoletta in cui giochiamo solo noi e ognuno è il padrone indiscusso del suo modo, ma un POKEMON MULTIPLAYER REALE.

Confesso che stavo per mettermi a piangere dalla gioia quando lo scorso 1 Aprile la google lanciò la sfida di trovare tutti i pokemon in giro per le città. Non è quello che cercavo, ma può essere lo stato embrionale di qualcosa che tutti (ora anche voi) stavamo aspettando?

pokemon-challenge

Annunci

11 pensieri su “Ingress + Pokémon = ?

  1. nicola ianuale ha detto:

    era da giorni che ci stavo pensando anche io. finalmente ho trovato qualcuno che la pensa come me. (la mia ragazza non approva). propongo: perchè non mandiamo una mail alla game freak?

  2. nicola ianuale ha detto:

    e intanto ancora nessuna notizia… giuro quanto piacerebbe se uscisse… ma adesso che è morto anche il capo della nintendo chissà cosa accadrà. magari il nuovo dirigente vorrà provare qualcosa di nuovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...