Non riesco a vedere i telefilm italiani, tranne Boris (e Un medico in famiglia)

Film "Boris"

Nella serie 6 o 7 o 31249 di “Un medico in famiglia” c’è un ragazzino che ha una cotta per Annuccia. Lei però non se lo fila perché è secchione e sfigatello; secchione in quanto ha gli occhiali e sfigatello perché a un certo punto gli arriva un sms e lui dice: “Non è nessuno, è solo un messaggio del mio operatore telefonico”. Più avanti ovviamente lui si toglie gli occhiali diventando un figo e si mette Annuccia. Questa è la fiction italiana, in uno dei suoi momenti di massimo splendore per altro. Un medico in famiglia, basato su un format spagnolo, ha fatto innumerevoli stagioni e macinato milioni di spettatori e le prime stagioni, devo dire, non erano neanche male considerato il pubblico a cui si rivolgevano. Ma tant’è: il meglio che sappiamo produrre lo copiamo e poi lo roviniamo con banalità, facendo dire “operatore telefonico” a un ragazzino e scoriandolando facce basite.

Signori, io mi scuso con tutti voi, ma questa fiction è veramente tremenda. – Renè

Come vengono prodotte e girate le fiction in Italia è imbarazzante, così imbarazzante che ci si può fare una serie tv sopra, comica, ironica, intelligente e con letture drammatiche. Sto parlando di Boris, una serie tv che tutto sommato ha avuto il suo discreto successo, ma che meriterebbe di essere scaricata e vista molto di più. Sigla di Elio e le storie tese, il bravissimo ma a me sconosciuto Francesco Pannofino alla “regia”, Caterina Guzzanti “assistente alla regia”, Antonio Catania “delegato di rete” (personaggio azzeccatissimo come in Così è la vita) e Pietro Sermonti che fa “il divo” (tra l’altro il Guido di Un medico in famiglia).

Non riesco a vedere i film italiani, perché sono troppo italiani. – Stanis La Rochelle

Perché iniziare una nuova serie tv? E’ il dramma che ognuno di noi si trova ad affrontare quando gliene viene consigliata una. Ebbene, ci vogliono tre ingredienti: “una puntata di non ritorno”, in questo caso è la 1×05, la prima risata completa e spassionata e un motivo non completamente razionale che ci fa prendere la decisione ultima; nel mio caso è scoprire che Corrado Guzzanti ne fa un cameo (in realtà poi comparirà più volte).

– La fotografia fa schifo! E lo sai perché fa schifo?
– Non lo so…
– Perché lo vogliono loro! Lo vogliono loro! Nella fiction la fotografia non deve essere più bella di quella della pubblicità, se no la gente cambia canale: hanno pensato a tutto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...