Crozza e Santa Cristoforetti

Questa nuova, ennesima e verosimilmente futura inutilizzata rubrica è dedicata alle cadute di stile di personaggi che solitamente sono -o sono stati -salvabili e financo apprezzabili ma che ogni tanto pisciano fuori dal bulacco.5507_He-in-Water-out_faadooindia.com_Il primo ospite è Crozza. Basta, basta, basta cantare. Sei intonato, “ok”, sai cantare, “bene”. Ma non sei Freddie Mercury e le canzoni non fanno ridere. La gente cambia canale sperando di ritornare e vedere che fai Renzi, per cui, prendendo la metafora dall’eterno Bob Kelso,

ti dirò quello che dissi a un clown che vidi in un locale a luci rosse: “Non sono qui per ridere”.

Continua a leggere

Dizionario delle cose perdute

Il tubetto di una volta si schiacciava, partivi dalla fine e lo arrotolavi come un tubetto di colore da pittore, come un tubetto di conserva che comprimi col manico di un cucchiaio per cavarne fino all’ultima stilla. Poi è bello il tubetto arrotolato, è segno di un epoca, della mia giovinezza. Vi prego, posso pagarlo anche qualche euro in più, ma ridatemi un tubetto di dentifricio come quelli del tempo che fu.

Un enciclopedia della nostalgia. Di qualcosa che è stato e che non è più. Che i nostri genitori -o per qualcuno sarà già il caso di dire ‘nonni’ (?)- hanno visto, conosciuto, posseduto, usato, vissuto e che noi, invece, non abbiamo conosciuto (quasi) mai. Qualcosa lo abbiamo intravisto. Qualcosa no -o meglio non proprio perchè in fondo quasi ci sembra di averlo incrociato per quanto e per come c’è stato raccontato da nonni, prozii e vecchi di paese-. Ma qualcosa ci è completamente ignoto.. O perchè proprio non lo abbiamo nemmeno mai sentito o perchè, se anche c’è stato raccontato, è qualcosa di talmente distante da ciò a cui siamo abituati che ci è impossibile immaginarlo davvero.. un esempio su tutti: fumare al cinema!

 

Dizionario-delle-cose-perdute

Un vero e proprio dizionario, come dice il titolo. Non un romanzo o un saggio o un racconto. Nulla che vada letto in un ordine prestabilito o tutto insieme. Piuttosto un enciclopedia, da consultare, in ordine sparso, qualche volta, ad intervalli di tempo irregolari. Magari tornando a leggere alcune voci più volte, magari alcune non leggerle mai.  Continua a leggere