Dal letame nascono i Die Antwoord

Mi è successo più di una volta (sarà successo pure a voi) di ascoltare per caso una canzone evidentemente marcia che però tramite martello, incudine e staffa ci stuzzica il lobo temporale. Può essere la colonna sonora di un telefilm, di un video su youtube o averla sentita per per strada. Allora mi informo e scopro il gruppo. Sono un gruppo dichiaratamente marcio, pazienza. Ascolto altre loro canzoni e mi piacciono. Ma sono marci, incontrovertibilmente marci! “Pazienza, se mi piacciono che ci faccio?”, mi dico. E così, come al solito, mi vivo la mia storia d’amore segreta con questo gruppo, evitando di sbandierare senza motivo i miei discutibili gusti musicali. Una storia passionale e intensa che si esaurisce nel giro di due settimane o un mese al massimo e mi consente di svolazzare su altri fiori.

die_antwoord

Capita anche che un anno dopo, ovvero ieri, cambiando casualmente cd nell’autoradio metto il “CD definitivo n° 3”, mi ritrovo la canzone di uno di quei gruppi ed ecco che martello, incudine e staffa si rimettono al lavoro. In più oggi mi ritrovo sotto il mouse un articolo del fattoquotidiano.it e mi si apre un mondo. Ma allora… Continua a leggere